Category Archives: Rock

Posted on by

9 thoughts on “ Guardo Te E Vedo Mio Figlio - Various - Le Storie Di Mogol (CD)

  1. lungo le quali ho camminato per arrivare fino a te. Se il mondo forse ha vinto me giorno per giorno e con pazienza, ora nel sonno già percorri le bianche strade di Galilea insieme a Lui che nascerà. Domani nascono fiori nuovi dalla tua pelle sul mio capo tutto diventa più leggero ed una fitta dolce pioggia tra poco su di noi cadrà.
  2. Babalibri Leggo a mio figlio perché mi piace entrare con lui dentro le storie e scoprire che non ci sono limiti alla fantasia. La fantasia è la facoltà più libera delle altre, essa infatti può anche non tener conto della realizzabilità o del funzionamento di ciò che ha pensato.
  3. E i sorrisi che tu fai Guardo te e vedo mio figlio Penso a noi e vedo gia' lui Lui sara' un po' prepotente Forse piu' di quel che sei Cosa sono questi occhi stupiti Che c'e' di strano se.
  4. Fra poco su di te cadrà. Cadrà su me che ora ti guardo E ripercorro ad una ad una Le via di gioia e di dolore Lungo le quali ho camminato Per arrivare fino a te. Se il mondo forse ha vinto me.
  5. Questo mio è un racconto vero di quanto accadutomi domenica pomeriggio. Domenica era una splendida giornata di sole ed io con mia moglie e mio figlio siamo andati a trovare i miei cognati (la sorella più giovane di mia moglie e suo marito) a casa loro.
  6. SENZA LUCE/GUARDO TE E VEDO MIO FIGLIO. Interprete: Dik Dik ; Etichetta: RICORDI ; Catalogo: SRL ; Data di pubblicazione: Agosto ; Matrici: NLNK /NLNK ; Supporto:vinile 45 giri; Tipo audio: Mono; Dimensioni: 17,5 cm.; Facciate: 2; Note: Data matrici: 29 Luglio / Pubblicato con due copertine con uguale fotografia ma diversa disposizione delle scritte (vedi link "Altre immagini.
  7. Cadrà su me che ora ti guardo e ripercorro ad una ad una le via di gioia e di dolore lungo le quali ho camminato per arrivare fino a te. Se il mondo forse ha vinto me giorno per giorno e con pazienza, ora nel sonno già percorri le bianche strade di Galilea insieme a Lui che nascerà. Domani nascono fiori nuovi dalla tua pelle sul mio capo.
  8. Storia di mio figlio Lyrics: Ecco, quando parli d'amore / Basta guardarti e non pensare / Ed ogni cosa va lontano / E dentro me e in fondo al cuore / Tutto diventa più leggero / Ora al mio fianco.
  9. Guardo te e vedo mio figlio. gli occhi tuoi li vedo gia' suoi. lui fara' gli stessi capricci. e i sorrisi che tu fai guardo te e vedo mio figlio. penso a noi e vedo gia' lui. lui sara' un po' prepotente. forse piu' di quel che sei cosa sono questi occhi stupiti. che c'e' di strano se vedo lontano. se ti conosco da pochi minuti. che cosa c.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *